Progetto In nome del topos – Teatro dell’Armadillo

Il Teatro dell'Armadillo di Rho, in partnership con le scuole secondarie di II grado Clemente Rebora e Stanislao Cannizzaro di Rho, in collaborazione con le scuole secondarie del Rhodense, la Biblioteca Popolare, il Consiglio Cittadino Migranti, l'associazione H2Rho e con il sostegno dell'Amministrazione comunale di Rho, propone il progetto IN NOME DEL TOPOS – nomi autorevoli per una futura cittadinanza coesa dedicato ai giovani (studenti) del territorio con lo scopo di rinforzare la loro identità sociale, collettiva e, perché no, comunitaria riflettendo sul passato con lo sguardo rivolto sul futuro. Come? Avvicinandoli a quei personaggi storici che oggi danno il nome a importanti istituti scolastici e che ancora hanno da insegnare sulle prospettive future della nostra società.

Avvicinarsi, conoscere e soprattutto “vestire i panni di”. I futuri cittadini sono chiamati a indossare l’identità dei loro antenati autorevoli e nel fare questo assomigliare loro e farli assomigliare a noi.

L’autorevolezza dell’antenato, in quanto cittadino storico comune a tutti gli individui che abitano la sua città, si fa carne e suggerisce una necessaria connessione nella diversità etnica, cognitiva e intergenerazionale. Il giovane dovrebbe essere reso maggiormente partecipe della vita sociale e politica soprattutto per quanto riguarda il proprio vissuto, ma a partire da occasioni inedite di convergenza e creatività, per puntare a un protagonismo prima ancora che sociale e politico, artistico e culturale in direzione della coesione e dell’inclusione sociale. 

Il progetto prevede dei laboratori teatrali svolti nelle scuole partecipanti con l'obiettivo di utilizzare gli strumenti della disciplina teatrale performativa per aprire una riflessione sull'autorevolezza di figure storiche per lo più dimenticate se non nelle targhe, che danno il nome agli istituti scolastici, e metterle a confronto con i modelli giovanili attuali.

Il cuore del progetto consisterà nella preparazione di performance divulgative dei toponimi (Stanislao Cannizzaro, Ettore Majorana, Enrico Mattei, Clemente Rebora, eccetera) che verranno presentate alla cittadinanza nel Festival del personaggio storico in marzo 2018.

Ragionando sul toponimo (topos=luogo e nomen=nome, persona) si potrà dunque indagare sulle peculiarità etiche, politiche, religiose, culturali e non solo professionali che hanno permesso a queste persone socialmente rilevanti di conquistarsi un posto nella storia e un posto nella toponomastica nazionale.

DONA ORA